SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA: COSTI IN AUMENTO NEL 2019 FINO AL 100%, CON L’AMMINISTRAZIONE SCHIAPPA ERANO AL MINIMO CONSENTITO, 36%

0
litoraledomizio.net-comune -di- Mondragone
Municipio Mondragone

La mensa scolastica dal 2019 sarà più cara. Fino a pochi mesi fa il costo per tutti non superava il 36% ora invece dopo la delibera di giunta del 28 novembre è stato dato il via libera all’aumento. Si parte da un minimo di 20 euro a famiglia fino ad un massimo di 85 euro. A far notare tale situazione è stato il gruppo di minoranza di cui fa parte l’ex primo cittadino Giovanni Schiappa. Tale provvedimento è stato giustificato dall’esecutivo mettendo in evidenza il fatto che “l’art. 172 del D. Lgs. n. 267/00 comma 1 lettera e), prevede che al bilancio di previsione debbano essere allegate le deliberazioni con le quali vengono determinate le tariffe, le aliquote d’imposta e le eventuali maggiori detrazioni, le variazioni dei limiti di reddito per i tributi locali e per i servizi locali, i tassi di copertura in percentuale dei costi dei servizi a domanda individuale;
VISTO l’art. 6 del D. L. 28/02/1983, n. 55, convertito in L. 26/04/1983, n. 131, che introduce l’obbligo per i Comuni di individuare tale percentuale prima dell’approvazione del bilancio;
VISTO il Decreto 31/12/1983 emanato dal Ministero dell’Interno in concerto con il Ministero del Tesoro e delle finanze, che ha individuato ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 6 del citato D. L. 55/83 i servizi a domanda individuale;
DATO ATTO CHE tra i servizi a domanda individuale rientra il servizio di refezione scolastica; RILEVATO CHE nel 2019, nell’ambito dei servizi pubblici a domanda individuale di cui al D. M. 31/12/83, il comune gestirà esclusivamente il servizio di refezione scolastica; RITENUTO di rafforzare la tutela delle fasce economicamente più svantaggiate e, in conformità ai principi di Finanza Pubblica, coniugare l’efficienza del gettito e l’equità del sostegno alle fasce deboli, adottando in via sperimentale per l’esercizio finanziario 2019 un articolato sistema tariffario differenziato in base alla capacità reddituale degli utenti del servizio di refezione scolastica; CONSIDERATO CHE per la determinazione delle quote di compartecipazione degli utenti al servizio è necessario adottare un criterio conforme alle disposizioni in materia di valutazione della SituazioneEconomica Equivalente (ISEE) contenute dal D.Lgs. 109/98 e successive modificazioni e integrazioni; Valutato il sottoindicato prospetto, elaborato con il supporto del competente Ufficio comunale, quale idoneo strumento per coniugare la tutela delle fasce deboli ed il rispetto degli equilibri di Finanza Pubblica: Al tal fine dunque è stato ritenuto di fissare, sulla base delle simulazioni effettuate dal competente Ufficio comunale, la copertura dei costi per la mensa scolastica per l’anno 2019 nella misura del 60%;
Nella foto sotto il prospetto illustrato anche nell’atto di delibera del 28 novembre

prospetto-illustrativo-300x169 SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA: COSTI IN AUMENTO NEL 2019 FINO AL 100%, CON L’AMMINISTRAZIONE SCHIAPPA ERANO AL MINIMO CONSENTITO, 36%

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui