RICHIESTA ATTI PER QUESTIONE CIMITERO : “QUESTA VOLTA L’ASSESSORE PIAZZA NON CI FA UNA BELLA FIGURA”. COMUNICATO STAMPA DELL’ASSOCIAZIONE MONDRAGONE BENE COMUNE

0
litoraledomizio.net-comune -di- Mondragone
Municipio Mondragone

“Ve lo ricordate l’assessore Peppino Piazza che reagiva alle considerazioni dell’AMBC riguardanti il grandedi palazzo Tarcagnota, proponendoci ex cathedra di ricorrere all’accesso agli attiper evitare prese di posizioni e segnalazioni -a suo dire- imprecise?http://www.carinola.net/mondragone/politica-mondragone/10065-ambc-sul-pianeta-pacifico-c-e-vita-ma-piazza-replica-un-sacco-di-inesattezze.html. Ebbene, l’AMBC -pur ritenendo, al contrario di Piazza, che il diritto alla conoscenzae la dialettica politica vadano al di là della burocrazia-lo ha preso in parola e seppure non per lo ma per l’enorme ,ha inoltrato attraverso il suo portavoce, Gianni Pagliaro, appositaPECdi richiesta di accesso agli atti. Il comune, legge alla mano, avrebbe dovuto consentire l’accesso entro 30 giorni. Ma i 30 giorni sono passati senza ricevere alcuna comunicazione dagli uffici comunali. L’AMBCinvierà, come prevede la legge, istanza alla responsabile della trasparenza nonché segretaria comunale e denuncerà l’accaduto alla Funzione Pubblica e all’ANAC.Ma come reagirà l’assessore Piazzadopo questa figura di m.? Pacifico e il suo viceLavanga, l’indimenticabile relatore consiliare della transazione COVIM Spa, costata al nostro comune oltre 700mila euro, non avranno-come sempre- reazione alcuna. Quanto a noi, con diPiazza, non avendo avuto risposte a pubbliche domande riguardanti i servizi cimiteriali, né riscontro alla richiesta di accesso agli atti, siamo obbligati-nostro malgrado- daquesti signori adenunciare questa , rappresentando che: 1.da un paio di decenni (almeno) il comune di Mondragone, per responsabilità dei funzionari e degli amministratori che si sono succeduti,non considera tra i servizi a domanda individuale i servizi cimiteriali (inumazioni/sepoltura in terra, tumulazioni/sepoltura in tomba, esumazioni/disseppellimento dei resti mortali al termine del periodo di inumazione, estumulazioni/disseppellimento dei resti mortali al termine della concessione o su richiesta della famiglia, traslazioni/trasferimento di un defunto da luogo di sepoltura ad altro luogo, nello stesso o in un cimitero di altra cittàecc.) e, quindi, da anni non approva le tariffe per questi servizi (diritti di polizia mortuaria) e non incassa neppure una lira/euro per tutto ciò. Negli atti di bilancio non risultano né questi servizi né le relative tariffe e, quindi, neppure le entrate. Con ingenti perdite di bilancio e gravissimi danni erariali(andrebbe fatta anche una verifica circa le tariffe per il trasporto salme, D.P.R. n. 285 del 1990). L’AMBC chiederà di verificare se quanto segnalato sia effettivo e chiederà alle Procure di intervenire per conoscere per quale motivo sia accaduto tutto ciò, di chi sia la responsabilità e chi, quindi, dovrà direttamente risponderne. Sperando che il collegio di revisione imponga all’Ente l’immediato superamento di quanto segnalato. 2.Questiservizi sembrano non essere direttamente espletati dal Comune attraverso proprio personale dipendente (gestione diretta) né affidati(tramite procedura ad evidenza pubblica)ad una ditta esterna. Per cui, potrebbe esserci il serio rischio-alquanto inquietante- che in tutti questi anni, ed anche attualmente, questi servizi -nel silenzio di tutti-siano effettuati , non si sa in che modo e da chi, ma senz’altro senza alcun controllo né disposizione comunale. L’AMBC con la sua segnalazione chiederà di verificare la veridicitàdi quanto esposto e di perseguire eventuali reati, dall’omissione all’abuso, che siano stati commessi in tutti questi anni. Reati che è lo stesso comune, in fondo, a inconfutabilmente: nel Documento Unico di Programmazione degli ultimi anni si legge, infatti, che . Questione ribadita dalla recente delibera di Giunta n. 168 del 28/11/2018 di determinazione del tasso di copertura e tariffe del servizio refezione scolastica Anno 2019, che conferma che tale servizio è l’unico a domanda individuale e che, di conseguenza, i servizi cimiteriali vengono effettuati chi sa da chi ed in che modo, ma comunque non dal comune, che per essi non stabilisce alcuna tariffa e non incassa alcun euro.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui