LA TRADIZIONE DEI RITI DEDICATI ALLA SANTA PASQUA: TANTISSIMI I FEDELI CHE HANNO PARTECIPATO

0

SPONSOR WEB SITE
logo-sponsor-1-Gennaro-300x225 LA TRADIZIONE DEI RITI DEDICATI ALLA SANTA PASQUA: TANTISSIMI I FEDELI CHE HANNO PARTECIPATO

Logo-sponsor-2-Gennaro-300x169 LA TRADIZIONE DEI RITI DEDICATI ALLA SANTA PASQUA: TANTISSIMI I FEDELI CHE HANNO PARTECIPATO

SPONSOR LA TRADIZIONE DEI RITI DEDICATI ALLA SANTA PASQUA: TANTISSIMI I FEDELI CHE HANNO PARTECIPATO
OFFICIAL SPONSOR

—————————————————————–

MONDRAGONE – SERVIZIO A CURA DEL GIORNALISTA ALFONSO ATTANASIO

Giovedì, Venerdì e Sabato Santo, sono stati giorni intensi dedicati al Cristo. Il rito del giovedì santo, conosciuto con il nome dei “Sepolcri” più sentito dai cattolici, è trascorso con l’immancabile “struscio”. Anche a Mondragone, come ogni anno, le famiglie hanno rispettato in pieno la tradizione. Piazza S. Francesco d’Assisi e piazza Umberto I e viale Margherita sono state attraversate da un fiume di persone dirette, le prime, all’omonima chiesa, le seconde alla cattedrale della Santissima Maria Incaldana, patrona della città rivierasca e alla chiesa San Rufino, per pregare. Anche le chiese di Sant’Angelo, san Nicola e San Giuseppe sono state prese d’assalto dalla folla. I mondragonesi hanno fatto la loro professione di fede in tre, ma anche in cinque chiese. Il rito consiste nell’adorazione pubblica dell’eucarestia che Gesù ha istituito nell’ultima cena. Il Venerdì Santo, invece, il più importante giorno di tutta la settimana santa, si è assistito alla tradizionale processione. Il venerdì, giorno di magro e di digiuno, la tradizione vuole che nelle case non si ramazzi né si allestisca il desco per il pranzo. Nella città rivierasca la processione è molto sentita, infatti, ai lati delle strade migliaia di persone hanno fatto da cornice al passaggio della processione, in silenzio che è rotto solo dalle note della marcia funebre della banda. E’ quello della processione un commosso momento perché la gente anno dopo anno, affidano le loro speranze, le loro ansie e i loro ringraziamenti al Cristo Morto. Il corteo, formato da una grande quantità di donne vestite di nero e a piedi scalzi disposte in fila e con pesanti ceri accesi, con Gesù morto, portato a spalle. Insomma una processione suggestiva fatta di “Misteri”. Sabato, in mattinata, si è svolta , la processione “degli angioletti”, formata appunto da tanti bambini vestiti da angeli accompagnati dai propri genitori o fratelli che ha attraversato alcune vie principali della città.

gesu-morto-300x225 LA TRADIZIONE DEI RITI DEDICATI ALLA SANTA PASQUA: TANTISSIMI I FEDELI CHE HANNO PARTECIPATO

donne-scalze-300x225 LA TRADIZIONE DEI RITI DEDICATI ALLA SANTA PASQUA: TANTISSIMI I FEDELI CHE HANNO PARTECIPATO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui