INGIUNZIONE DI PAGAMENTO DELLA PROVINCIA DI CASERTA PER TARSU E TIA: L’ENTE SI DIFENDE IN TRIBUNALE

0
litoraledomizio.net-comune -di- Mondragone
Municipio Mondragone

Dalla Provincia di Caserta è arrivata all’attenzione dell’ente locale una missiva nella quale si fa presente una ingiunzione di pagamento relativo alla Tarsu e alla Tia. Un recente decreto firmato dal primo cittadino Virgilio Pacifico in merito a tale questione dispone la difesa in giudizio e la nomina di un legale ad litem. In tal senso così come si evince dal documento pubblicato all’albo pretorio sarà l’avvocato Angelo Ceraldi a difendere l’ente nelle opportune sedi. Tale percorso si è reso necessario in quanto il Comune di Mondragone non ha ritenuto necessario procedere “all’indizione di gara per l’appalto dei servizi legali di assistenza, rappresentanza e difesa in giudizio per tutte le liti che ritenga di dover promuovere a tutela di propri diritti, ragioni o interessi e per tutti i giudizi nei quali, chiamato direttamente o indirettamente in causa, debba difendersi, in ragione del ridotto numero di controversie che interessano l’Ente; DATO ATTO CHE in seguito all’entrata in vigore del D.Lgs. n° 50/2016 permane un contrasto interpretativo relativo alla materia del conferimento degli incarichi legali da parte degli enti locali tra gli operatori del diritto riassumibile nei termini che seguono: – il Consiglio di Stato non si è discostato dall’orientamento consolidato che distingue l’affidamento dei servizi legali per la gestione integrale e completa del contenzioso di un ente (da affidare con gara in quanto riconducibile all’appalto) dall’affidamento dell’incarico legale di rappresentanza e difesa in giudizio (prestazione intellettuale inevitabilmente fondata sull’intuitu personae); -l’orientamento del giudice contabile si va consolidando nella direzione della qualificazione dei singoli incarichi di patrocinio legale in termini di appalti di servizio da aggiudicare con i relativi criteri; – l’ANAC ha pubblicato e posto in consultazione nel 2017 le linee guida relative agli incarichi legali propendendo per una lettura che fa discendere dai principi comunitari la necessità dell’applicazione dei principi alla base dell’affidamento dell’appalto dei servizi per la selezione dei professionisti-avvocati (rotazione, parità di accesso, trasparenza); -l’Ordine degli Avvocati con due memorie prodotte nel corso del 2017 ha ribadito che, al contrario, dai principi comunitari discende la qualificazione in termini di prestazione intellettuale dell’attività di patrocinio legale ed altrettanto emerge da un’attenta lettura del D.Lgs. n. 50/2016; § la dottrina è a tutt’oggi divisa sia in ordine alla qualificazione del rapporto tra legale ed amministrazione pubblica, sia in ordine alla corretta lettura del D.Lgs. n.50/2016; -non pare del tutto superata la tesi della peculiarità della prestazione dei legali in favore delle Pubbliche Amministrazioni, prestazione intellettuale intuitu personae in quanto tale sottratta al codice RITENUTO, nelle more delle definitive determinazioni dell’ANAC e comunque per il conferimento di incarichi di particolare rilevanza, procedere tenendo conto della professionalità e dell’esperienza maturata dal legale; CONSIDERATO CHE ai sensi dell’acclarato orientamento giurisprudenziale (cfr Cassazione Civile Sezione Unite n. 17550 del 10.12.2002 – Sentenza Sezioni Unite Suprema Corte di Cassazione n. 12868 del 16.06.05 e da ultimo Consiglio di Stato 2730/2012) l’incarico di patrocinio legale è conferibile direttamente dal Sindaco”. Da quanto detto in premessa si è deciso di conferire l’incarico legale al professionista menzionato dinanzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui