ABUSO EDILIZIO IN VIA DE SANCTIS, ORDINATA LA DEMOLIZIONE

0

Opere abusivamente realizzate in un fabbricato di via De Sanctis. A finire nei guai i due proprietari dello stabile ivi ubicato a seguito della relazione emessa dal responsabile dell’ufficio Urbanistica – Patrimonio – Demanio del Comune. Stando a quanto messo in evidenza dalla relazione redatta “le opere abusivamente edificate consistono nella realizzazione, al primo piano dell’edificio, di una tettoia di forma pressoché rettangolare di dimensioni m 7,30 x m 3,15 con un’altezza di circa m 3,00 con copertura piana a parziale copertura del terrazzo sito al primo piano dell’immobile lato ovest, nel cortile interno dell’abitazione. Il manufatto è rifinito con intonaco civile da esterni ed è, presumibilmente costituito da un solaio in latero-cemento appoggiato da un lato, sul muro perimetrale dell’edificio e dall’altro lato, su un telaio in cemento armato costituito da due pilastri che sorreggono una trave orizzontale. La tettoia realizzata ha una superficie complessiva di mq 24,26 circa”. Dette opere risultano eseguite in assenza di permesso di costruire. L’immobile ricade in “area di interesse archeologico” normato all’art. 22 – scheda V7 delle predette N.T.A. seppur non risultano realizzate opere di scavo. Non risulta essere stata ottenuta la prescritta Autorizzazione per l’inizio dei lavori ai sensi dell’art. 94 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 né tantomeno presentata alcuna denuncia dei lavori ai sensi dell’art. 2 della Legge Regionale della Campania 7 gennaio 1983, n. 9. A seguito di quanto esposto è stata ordinata la demolizione entro il termine di 90 giorni delle opere abusive descritte in premessa. Dovrà anche essere ripristinato lo stato dei luoghi preesistenti la realizzazione dell’abuso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui