AUTONOMIA DIFFERENZIATA E EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.

0
litoraledomizio.net-comune -di- Mondragone
Municipio Mondragone

tabacchino-Pietro-300x150 AUTONOMIA DIFFERENZIATA E EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.

TOMMASO-FAVA AUTONOMIA DIFFERENZIATA E EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.

logo-sponsor-2-300x231 AUTONOMIA DIFFERENZIATA E EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.

logo-sponsor-1-Gennaro-300x225 AUTONOMIA DIFFERENZIATA E EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.

SPONSOR AUTONOMIA DIFFERENZIATA E EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.
OFFICIAL SPONSOR

—————————————————————————-
Sul recente avviso regionale per i vigneti
Comunicato stampa dell’Associazione Mondragone Bene Comune

Non di rado chi segue le posizioni politiche, le critiche costruttive e le proposte dell’AMBC, ha dichiarato il portavoce Gianni Pagliaro,ci chiede un supplemento di analisi e di documentazione. E’ il caso -per stare alle ultime istanze- dell’autonomia differenziata rispetto alla quale alcune insegnanti ci hanno chiesto approfondimenti e del finanziamento ai comuni per l’efficienza energetica, richiesta avanzata da qualche tecnico locale. Per i contributi per l’efficienza energetica, anticipati già col precedente comunicato, aggiungiamo cheil Ministero dello Sviluppo economico ha adottato il provvedimento che assegna i contributi stanziati dal Decreto Crescita in favore dei Comuni, per la realizzazione di progetti di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile. E il Ministro Luigi Di Maio ha scritto tramite l’ANCI a tutti i comunid’Italia per cercare di attivarli: http://www.anci.it/wp-content/uploads/Lettera-di-Di-Matio-ai-sindaci-su-contributo-500-milioni-si-Comuni-per-efficienza-energetica_maggio-2019.pdf. Il totale dei contributi che saranno assegnati ai Comuni ammontano complessivamente a 500 milioni di euro e variano in funzione del numero dei residenti. Ciascun Comune beneficiario dovrà avviare i progetti entro il 31 ottobre 2019, pena la decadenza del contributo. I contributi sono destinati a opere di efficientamento energetico, quali interventi di illuminazione pubblica, di risparmio energetico degli edifici pubblici, di installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, e di sviluppo territoriale sostenibile, quali interventi per la mobilità sostenibile, l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici, l’abbattimento delle barriere architettoniche. Le disposizioni operative e le modalità di controllo per l’attuazione della misura saranno disciplinate con successivi provvedimenti ministeriali. L’erogazione del contributo avviene in due quote: la prima, pari al 50% del contributo assegnato, a seguito della verifica da parte del Ministero del rispetto del termine di inizio lavori, mentre il saldo è erogato solo a seguito del collaudo dell’intervento realizzato. Per maggiori informazioni: Decreto 14 maggio 2019; Scheda informativa. Relativamente alla cosiddetta autonomia differenziata(che la Lega ex Nord dopo il trionfo nazionale di domenica vorrà incassare quanto prima …) e, soprattutto, alle sue pesanti ricadute sul sistema scolastico, l’AMBC, ha continuato Pagliaro, si “limita” a segnalare l’interessante video che riporta il confronto promosso dal Coordinamento per la Democrazia Costituzionaletra esponenti del mondo della scuola, tenutosi lo scorso 14 Maggio: https://www.youtube.com/playlist?list=PLnZfFw4qyshPHuhMKWQR3ORoiZNXQlsE7. A tutti gli operatori scolastici (e a tutti i cittadini), Buona Visione! E terminiamo, ha concluso il portavoce Gianni Pagliaro, con un’utile segnalazione regionale: sul BURC n. 22 del 23 aprile 2019 è stato pubblicato il D.D. n. 51 del 18.04.2019, con cui sono state approvate le Disposizioni Regionali di Attuazione (DRA) della misura Ristrutturazione e Riconversione dei Vigneti per la campagna viticola 2019/2020. Le domande vanno presentate ai Centri di Assistenza Agricola autorizzati (CAA), con le modalità previste dalle DRA, fino alla data del 31 maggio 2019, a pena di esclusione. Visualizza le Disposizioni Regionali di Attuazione.Una piccola riflessione a margine sul risultato del voto europeo. Domenica ha vinto la destra. Anche a Mondragone (ben oltre il 50%). E ha vinto l’astensione. E’ andata così e con questa realtà dovremo misurarci, sapendo che anche noi, seppur non coinvolti nello scontro elettorale, siamo partecipi di questa sconfitta. Prima o poi si dovrà avere l’umiltà di rimettersi in discussione, di ripensare criticamente a ciò che è accaduto da almeno dieci anni (o anche solo dal 2011) a questa parte dalla parte della sinistra locale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui