PATRIMONIO CULTURALE ARTE E CONSERVAZIONE DEL TERRITORIO: IL RESOCONTO DELLA CONFERENZA ORGANIZZATA DAL MOVIMENTO 5 STELLE.

0
Il consigliere Vincenzo Viglione e la Professoressa Elena Dell'Andrea

La conferenza sulla proposta per una valorizzazione integrata del patrimonio culturale ed enogastronomico dell’area Massicana, ha avuto un buon successo. Notevole è molto interessante è stato ascoltare gli ospiti intervenuti. A fare da moderatore l’attivista 5 Stelle Rocco Sciaudone che tra l’altro ci ha fornito queste informazioni. La redazione di litorale domizio lo ringrazia per aver dato la possibilità di pubblicare queste notizie.
Tra gli interventi si sottolinea quello della professoressa Elena Dell’Andrea. Quest’ultima dal 2010 ha cominciato a frequentare Falciano del Massico e come da lei stessa affermato ne ha sottolineato con ammirazione la “fortunata collocazione del suo territorio al riparo del monte Massico in una zona notevole dal punto di vista naturalistico ambientale per la sua geo diversità e biodiversità, diventata famosa in epoca romana come Campania Felix, in particolare proprio in questa zona per il rinomato vino Falerno, vinum Falernum, che va obbligatoriamente tutelato e valorizzato e difeso a livello internazionale, per non essere confuso con il cocktail caraibico falernum, alcolico di origine ben diversa. Questo vino veniva imbarcato negli otri prodotti a Mondragone e commerciato in tutto l’impero romano”. La proposta di valorizzazione internazionale di Falciano del Massico e del territorio circostante passa attraverso il connubio tra arte contemporanea e patrimonio culturale, e come insegna l’esperienza dei musei etnografici, anche per quello enogastronomico, in quanto, territorio, cultura e tradizione non sono scollegati. Gli stessi organizzatori potrebbero organizzare un evento nel periodo estivo in collaborazione con gli enti locali ed associazioni, che accolga la cultura locale, ma anche internazionale, invitata a partecipare a dibattiti, conferenze, e per gli artisti a realizzare le opere nel territorio di Falciano del Massico sul tema “Relazioni in Campania Felix, Arte-Agricoltura-Vino”, reinterpretato in chiave contemporanea. Gli artisti stanno pensando di esprimersi con tutti i mezzi dalla pittura, fotografia, installazioni e sculture. Le opere scultoree ed installazioni potranno essere esposte/realizzate nella villa comunale o nel parco del lago di Falciano, o sulla panoramica, sempre in sicurezza, ovviamente, mettendo le basi, per un parco di arte contemporanea. Mentre le opere più fragili e contenute, per esempio di carta, potranno essere esposte al «Museo Archeologico del vino» di recente inaugurato, o nelle adiacenze, e magari anche nelle cantine/ masserie/ luoghi di ritrovo per consentire ai visitatori di attraversare il paese e in una giornata, o in un periodo più lungo, di “porte aperte” visitare tutto Falciano del Massico ed avvicinarsi alla cultura enogastronomica del luogo. Il dono di questa proposta a Falciano del Massico consente di coinvolgere in maniera attiva la popolazione di Falciano nella realizzazione di questo grande evento. Nella manifestazione tenutasi a fine novembre hanno dato il loro contributo fattivo l’archeologo Ugo Zannini, la deputata del Movimento 5 Stelle Margherita Del Sesto che in qualità di componente della commissione agricoltura ha parlato di diverse proposte da presentare alle cantine vinicole Falcianesi. Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere Regionale Vincenzo Viglione che ha parlato tra l’altro di ambiente e valorizzazione del territorio.

Immagine-interventi-del-Convegno-300x200 PATRIMONIO CULTURALE ARTE E CONSERVAZIONE DEL TERRITORIO: IL RESOCONTO DELLA CONFERENZA ORGANIZZATA DAL MOVIMENTO 5 STELLE.
Alcuni momenti del convegno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui