CARENZA DI PERSONALE, LAVORI DA COMPLETARE E INGORGHI STRADALI, TANTO LAVORO PER L’AMMINISTRAZIONE FAVA.

0
Falciano-Sindaco- Giovanni- Erasmo -Fava
Il sindaco Giovanni Erasmo Fava

L’amministrazione guidata dal giovane sindaco Giovanni Erasmo Fava in carica da poco meno di un anno e mezzo, ha approvato il piano di fabbisogno del personale che ha come obiettivo futuro di coprire le carenze in quei settori in cui si sente l’esigenza di dover fare nuove assunzioni. È il caso in tal senso in particolar modo per l’ufficio tecnico. La prima assunzione che deve essere fatta è proprio in tale settore. Tante le pratiche da evadere rispetto anche al fatto che un solo funzionario non riesce a svolgere in maniera rapida il proprio lavoro. E si corre il rischio che l’enorme mole di documenti che giungono presso tale ufficio se non controllati in maniera adeguata da professionisti esperti in materia, potrebbero creare disagi alla cittadinanza. Possibili assunzioni inoltre andrebbero ricercate anche per l’area tributi. A ciò si aggiunge il fatto che la maggioranza deve seguire l’evolversi dei lavori che riguardano il completamento del serbatoio idrico, il palazzetto dello sport va riqualificato, poche notizie ci sono su chi dovrà effettuare i lavori in merito alla struttura destinata ad essere Casa Albergo per anziani. C’è poi da non sottovalutare quello che riguarda l’istituzione da quasi un anno del doppio senso di circolazione su Corso Oriente. La sosta selvaggia dovuta all’indisciplina degli automobilisti, i parcheggi negli incroci che nonostante i richiami dei vigili urbani con tanto di contravvenzione non sembrano essere stati recepiti del tutto. E allora succede che in alcune ore della giornata il traffico va in tilt creando malumori tra i cittadini che però rispettano le regole. Mentre i caschi bianchi fanno il possibile per occuparsi anche della viabilità nonostante sia decisamente aumentato il lavoro da svolgere in ufficio. Ed infine altro aspetto da non sottovalutare è la condizione delle strade. In particolar modo quella che conduce alla stazione ferroviaria. In alcuni punti è un manto di buche. Ciò crea notevoli disagi ai pendolari che devono prendere il treno per lavoro o per studio. Qualche intervento è stato fatto solo sull’arteria secondaria che è di competenza del comune di Falciano. Ciò non basta però per rendere la strada completamente sicura. Non si può dire la stessa cosa per chi proviene da Mondragone o da Carinola. Tali arterie infatti mettono a serio rischio l’incolumità degli automobilisti che le percorrono. Mancano però fondi per poter fare interventi completi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui