RISCHIO CHIUSURA PER IL PRESIDIO DELLA GUARDIA MEDICA: L’AMMINISTRAZIONE PROVA AD EVITARE L’ACCORPAMENTO CON IL COMUNE DI MONDRAGONE

0
litoraledomizio.net-carinola-sindaco-russo
Sindaco di Carinola Antonio Russo

Giovedì alle 17.00 è in programma l’ultimo consiglio comunale del 2018 per quello che riguarda l’amministrazione guidata da Antonio Russo. Ci sarà da approvare una variazione di bilancio, atto tecnico obbligatorio e poi ci saranno altri due punti. Tra questi l’interpellanza del consigliere Renato Luigi De Spirito sulla disposizione dei buoni libro per gli studenti della scuola media e soprattutto il comunicato del sindaco su cosa è stato messo in evidenza nella riunione in Prefettura sulla questione sicurezza. Potrebbe però essere inserito all’ultimo momento anche un altro argomento che sta tenendo banco in queste ultime ore. Si tratta della possibile chiusura del presidio di Guardia Medica che dovrebbe essere accorpato al comune di Mondragone. Al riguardo in calce all’articolo riportiamo l’interpellanza presentata dal consigliere di “Carinola Rinasce” Franco Di Biasio: “Il sottoscritto Di Biasio Francesco consigliere comunale e capogruppo Carinola Rinasce, a seguito di voci ricorrenti sul social, non ancora rese ufficiali da atti pubblici, chiede di essere portato a conoscenza dell’eventuale scelta di riordinare i Presidi Sanitari sul territorio di Carinola. La scelta di accorpare la sede della guardia medica di Carinola a quelle di Mondragone per poi, successivamente, sopprimere quella presente nel Comune di Carinola è una scelta incomprensibile che rischia non solo di privare i cittadini di un servizio importante, un punto di riferimento per tante persone che necessitano di cure, ma anche di sovraccaricare le strutture ospedaliere e il 118. Interpelliamo, chiedendo RISPOSTA SCRITTA, Il sindaco Russo per conoscere se intende o meno intervenire per assicurare il mantenimento delle attuali guardia medica e non pregiudicare il diritto alla salute dei cittadini di un intero territorio. Carinola in special modo necessita di un servizio sanitario efficiente e diffuso, capace di dare risposte a chi ne ha bisogno”.
Dalle notizie che trapelano sembra che la maggioranza già si stia attivando per evitare che ciò accada.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui