QUESTIONE SICUREZZA: TANTE CHIACCHIERE E POCHI INTEVENTI CONCRETI

0
litoraledomizio.net- carinola -cons- com

L’amministrazione guidata dal sindaco Antonio Russo è alle prese con la crisi di maggioranza che solo in apparenza sembra essere stata superata. Non sarà semplice per il primo cittadino portare avanti il progetto elettorale con la prospettiva che se un consigliere che lo sostiene si ammala praticamente non avrà più la maggioranza. Infatti la geografia politica che si è determinata in consiglio comunale parla chiaro Russo ha dalla sua parte 6 consiglieri, un numero che si è ridotto dopo il rimpasto in giunta ed il benservito agli assessori Rosa Di Maio, Franco Giacca ed al consigliere Antonio Nardelli. Ed il ritorno tra i banchi dell’opposizione del consigliere Franco Di Biasio ha messo alla luce inoltre una problematica che sembrava essere stata messa da parte, quella relativa alla sicurezza sul territorio. L’ex capogruppo dem, ( ha dichiarato nel consiglio di giovedì di essere gruppo “Carinola Rinasce” ndr) ha messo a nudo ancora una volta come l’amministrazione stia solo facendo chiacchiere e pochi interventi concreti. E pensare che come noto anche la capogruppo Pd Maria Sorvillo ha chiaramente evidenziato il fallimento amministrativo sotto questo punto di vista così come in tante altre questioni. In attesa che sia l’attuale governo locale a trovare le risorse per realizzare un adeguato sistema di video sorveglianza, pare che possa essere disposto dal Ministero degli Interni retto dal Vice Premier della Lega Matteo Salvini l’arrivo di Agenti di Polizia e che riguarderebbero alcuni dei comuni più a rischio della provincia di Caserta. In effetti dopo gli episodi di furti che si sono verificati nel territorio carino lese, non è escluso che potrebbe essere inviata una nota al Ministero degli interni per far includere anche Carinola in tale contesto. Ed è assai probabile che ad accodarsi possa essere anche Sessa Aurunca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui