AFFIDAMENTO SERVIZIO PRELIEVO RIFIUTI: GARA INFRUTTUOSA, L’OPPOSIZIONE INSORGE

0
litoraledomizio.net-comune -di- Mondragone
Municipio Mondragone

——————————————————————
SPONSOR WEB SITE

Logo-sponsor-2-Gennaro-300x169 AFFIDAMENTO SERVIZIO PRELIEVO RIFIUTI: GARA INFRUTTUOSA, L'OPPOSIZIONE INSORGE

logo-sponsor-1-Gennaro-300x225 AFFIDAMENTO SERVIZIO PRELIEVO RIFIUTI: GARA INFRUTTUOSA, L'OPPOSIZIONE INSORGE

SPONSOR AFFIDAMENTO SERVIZIO PRELIEVO RIFIUTI: GARA INFRUTTUOSA, L'OPPOSIZIONE INSORGE
OFFICIAL SPONSOR

——————————————————————–

SERVIZIO A CURA DELLA REDAZIONE DI LITORALEDOMIZIO.NET

Fa ancora discutere la questione relativa all’affidamento definitivo per il servizio del prelievo rifiuti. Ecco qui di seguito sia la determina messa pubblicamente on -line dai funzionari di competenza e sia quanto evidenziato dai consiglieri di opposizione.
Sul tema in questione la nostra redazione rimane a disposizione per conoscere la risposta della maggioranza (Contattando il nostro collaboratore e giornalista Alfonso Attanasio) su quanto la minoranza ha inteso sottolineare nel comunicato che pubblichiamo qui di seguito

IL COMUNICATO DELL’OPPOSIZIONE CONSILIARE E’ IL SEGUENTE

“Come ampiamente argomentato già da troppo tempo da parte dell’intera minoranza consiliare riguardo la gara del servizio rifiuti in città, spostata l’anno scorso con evidente ed inopportuna volontà – da parte della maggioranza politica guidata dal consigliere regionale Giovanni Zannini – dalla stazione unica appaltante della Prefettura di Caserta al consorzio Asmel, nonché in relazione alla relativa aggiudicazione provvisoria in favore della Senesi S.p.a. (unica e sola partecipante alla suddetta procedura), inspiegabilmente pur in assenza di certificazione antimafia.
Come volevasi dimostrare, infatti, l’amministrazione comunale – guidata dal sindaco Virgilio Pacifico – nei giorni scorsi si e’ vista obbligata a revocare la citata aggiudicazione provvisoria alla Senesi proprio per assenza del requisito di cui però si era già perfettamente a conoscenza da tempo.
Ed è ancora nelle scorse sedute consiliari, relative ai rifiuti ed al bilancio preventivo, che i consiglieri comunali di centrodestra Valerio Bertolino, Pasquale Marquez, Alessandro Pagliaro, Antonio Pagliaro e Giovanni Schiappa che hanno stigmatizzato fortemente l’ennesima ordinanza di affidamento diretto del servizio rifiuti sempre alla Senesi – per la competenza ambientale dell’assessore Antonio Federico – essendo perfettamente tutti già a conoscenza dell’assenza del necessario requisito dell’antimafia per intrattenere rapporti con il comune. A quando la revoca anche dell’ordinanza in essere? Ora che hanno ammesso di essere a conoscenza di tutto ciò’, non vorremmo proprio dover attendere il precedente termine da loro fissato al 30 giugno! A quando un’assunzione di responsabilità da parte del sindaco e della maggioranza amministrativa nell’ambito del rispetto delle regole? L’onere a chi governa, mettendoci la faccia una volta per tutte senza il paravento degli uffici comunali, troppo spesso tirati in ballo per giustificare scelte loro e non assumersi qualsivoglia responsabilità politico-amministrativa”.

LA DETERMINA

IL RESPONSABILE AREA III
      PREMESSO:
      CHE con Delibera di Giunta n. 147 del 27.09.2017 ad oggetto “SERVIZI DI IGIENE URBANA
APPROVAZIONE PROGETTO” veniva approvato il progetto di durata quinquennale per le attività di igiene urbana;
      CHE con determina a contrarre n. 1283 del 26.09.2018 ad oggetto “PROCEDURA APERTA PER
L’AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO INTEGRATO DI IGIENE URBANA E
RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI MONDRAGONE (CE) –
APPALTO VERDE (D.M. 13 FEBBRAIO 2014 ALLEGATO 1) – DETERMINA A CONTRARRE –
CIG: 7623427AF7”  veniva indetta procedura di gara aperta telematica per l’affidamento quinquennale del
servizio integrale di igiene urbana;
      CHE nella suindicata determinazione a contrarre è stata assegnata ad Asmel Consortile s.c. a r.l. (quale
Centrale di Committenza) l’indizione della procedura di gara in parola sulla piattaforma ASMECOMM,
secondo le caratteristiche espressamente indicate negli allegati atti di gara;
     
      CHE in data 26.09.2018 è stata indetta procedura di gara con pubblicazione degli atti di gara sull’albo
pretorio on-line del sito di asmecomm.it nr. Reg. 0618/2018, sull’albo pretorio on-line del Comune di
Mondragone nr. Reg. 3035/2018;
      CHE la procedura aperta di cui sopra è stata pubblica in G.U.R.I. serie speciale – contratti pubblici n.
112 del 26.09.2018, ed in G.U.C.E. GU/S S184 417600-2018-IT;
      CHE con determina a contrarre n. 1518 del 05.11.2018 veniva nominata apposita commissione di gara
attingendo, mediante sorteggio, dall’albo degli esperti PA (http://alboespertipa.asmecomm.it/);
      CHE la prima seduta di insediamento della commissione di gara era fissata in data 06.11.2018;
      ACQUISIITI i verbali di gara trasmessi dal Presidente della commissione di gara acclarati con nota
prot. n. 56114 del  30.11.2018;
Determinazione n. 824 del 18-04-2019
Documento informatico sottoscritto con firma digitale ai sensi del D.Lgs. 82/2005 e ss.mm.ii. 1/3
      CONSIDETATO CHE le procedure dell’affidamento si sono svolte nel rispetto della normativa
vigente e con le modalità indicate nei documenti di gara;
CHE, con determina n. 1810 del 13.12.2018, ai sensi dell’art. 33 comma 1, del Codice dei Contratti, si
procedeva all’approvazione dei verbali di gara, acquisiti con nota prot. n. 56114 del 30.11.2018, con
l’aggiudicazione priva di efficacia del servizio in argomento in favore della Soc. SENESI S.p.A. con sede
legale alla Via Romagna n. 29 – 62010 Morrovalle (MC) P.IVA N. 01037400437, ai sensi dell’art. 32,
comma 5, del D. Lgs. n. 50 del 2016;
RITENUTO ALTRESÌ CHE, a norma dell’art. 32, comma 7, del D. Lgs. n. 50 del 2016 l’efficacia
dell’aggiudicazione, dovrà essere cristallizzata con apposito atto determinativo subordinato alla verifica del
possesso dei requisiti di ordine generale e speciale autocertificati in sede di gara;
CONSIDERATO CHE in data 16.04.2019, il RUP ha accertato l’insussistenza in capo alla Senesi SpA dell’iscrizione
nella white-list della prefettura di Macerata;
DATO atto altresì che l’iscrizione nella white-list della prefettura di Macerata è condizione imprescindibile per poter
procedere all’aggiudicazione definitiva e conseguentemente perfezionare il vincolo contrattuale con l’Ente;
CONSIDERATO che in base al combinato disposto delle norme di cui all’art. 1 della legge 6 novembre 2012, n. 190 con
le norme contenute nel D.L. del 24.06.2014 n. 90 convertito in legge n. 114 del 2014, si ravvisa l’obbligatorietà
dell’iscrizione nella white list tra i requisiti per procedere ad aggiudicazione definitiva;
PERTANTO, per le ragioni di cui sopra non sussistono le condizioni per poter procedere ad aggiudicazione nei
confronti della ditta Senesi SpA;   
VISTO il D. Lgs. n. 50 del 2016;
VISTO il D. Lgs. n. 152 del 2006;
VISTO il D. Lgs. n. 82 del 2005;
VISTA la L. R. Campania n. 3 del 2007;
VISTO il Regolamento n.7/2010 “Regolamento di attuazione della Legge Regionale n.3 del 27 febbraio 2007,
disciplina dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in Campania”, approvato con Decreto del Presidente della
Giunta Regionale della Campania n.58 del 24 marzo 2010;
      VISTO il Decreto Sindacale n. 48 del 31.05.2018 di attribuzione della titolarità della posizione
organizzativa afferente l’Area III all’arch. Salvatore Catanzano;
        
D E T E R M I N A
Per tutto quanto espresso in narrativa, che qui si intende integralmente riportato ed approvato;
1.       Di approvare integralmente la premessa;
2. Di revocare la determina di  Registro Generale delle Determinazioni n. 1810 del 13-12-2018 con la
quale si è proceduto ad aggiudicare la procedura di gara indetta con determina a contrarre n. 1283 del
26.09.2018 in favore della Soc. SENESI S.p.A. con sede legale alla Via Romagna n. 29 – 62010
Morrovalle (MC) P.IVA N. 01037400437, ai sensi dell’art. 32, comma 5, del D. Lgs. n. 50 del 2016,
in virtù della circostanza afferente la carenza dei requisiti partecipativi in capo al menzionato
operatore economico che, in base al combinato disposto delle norme di cui all’art. 1 della Legge 6
novembre 2012, n. 190 con le norme contenute nel D.L. del 24.06.2014 n. 90 convertito in Legge n.
114 del 2014, non può contrarre con la P.A.;
Determinazione n. 824 del 18-04-2019
Documento informatico sottoscritto con firma digitale ai sensi del D.Lgs. 82/2005 e ss.mm.ii. 2/3
3.       Di dichiarare, pertanto, la procedura di gara indetta con determina a contrarre n. 1283 del 26.09.2018
infruttuosa per impossibilità di aggiudicazione;
4. Di trasmettere il presente provvedimento alla ASMEL Consortile S.c.a r.l. per il seguito di
competenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui